Contenuto principale

Messaggio di avviso

NOTIZIE

Nuovi orari ingresso per le classi della scuola primaria di Fontanellato

A partire dal 30 novembre p.v. gli orari di ingresso delle classi della scuola primaria di Fontanellato subiranno le variazioni sotto elencate nelle apposite tabelle. La scelta è stata quella di ridurre i tempi di attesa per il positivo andamento del contenimento del contagio e per evitare soste prolungate ai bambini all'esterno della scuola nel periodo invernale. Si raccomanda ai genitori la massima collaborazione attraverso la puntualità e l'attenzione ad evitare qualsiasi forma di assembramento.

Nelle comunicazioni ai genitori 2020-2021 i dettagli dei nuovi orari.

La dirigenza

Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (201126 Nuovi orari ingresso per la Scuola Primaria di Fontanellato.pdf)201126 Nuovi orari ingresso per la Scuola Primaria di Fontanellato.pdfGiacomo Vescovini643 kB
Corsi pomeridiani per adulti nella scuola - per fare chiarezza

A seguito degli interventi apparsi su un social relativamente all'effettuazione di corsi per adulti per il conseguimento della licenza media e per l'apprendimento della lingua italiana nei locali della scuola secondaria di Fontanellato la dirigenza dell'IC di Fontanellato e Fontevivo dichiara quanto segue:

- la decisione di dare avvio all'iniziativa è stata della dirigenza, poiché di competenza della stessa; il Comune di Fontanellato non ha avuto parte alcuna nella decisione;

- l'effettuazione dei sopracitati corsi rientra tra le prerogative della scuola pubblica, posto che la promozione della cultura e degli apprendimenti e l'acquisizione delle competenze fanno parte della missione della scuola stessa, come elemento che favorisce l'inclusione, la corretta partecipazione alla vita della comunità territoriale, la comprensione reciproca;

- il corso avviato a Fontanellato ospita attualmente n. 7 persone adulte che sono tenute a rispettare e rispettano le indicazioni concernenti il contenimento del contagio, come ogni altro soggetto che entra nei locali della scuola per qualsiasi ragione; il numero così contenuto di partecipanti fa cogliere come sia più agevole anche la possibilità di restituire alla mattina successiva i locali occupati nella loro piena agibilità, pulizia e sicurezza;

- collegato al precedente punto occorre aggiungere che esistono agli atti dell'Istituto protocolli rigorosi relativi alla pulizia dei locali utilizzati concordati con il Centro Per l'Istruzione degli Adulti della Provincia di Parma, protocolli che vengono rispettati in occasione della presenza (il lunedì e il giovedì) del personale collegato all'iniziativa;

- la preoccupazione relativa al possibile maggior rischio degli alunni della scuola viene smentita dai fatti: a differenza di molte scuole primarie e secondarie di primo grado della città e della provincia (come riportato sul quotidiano locale anche recentemente) nel nostro Istituto non è stata assoggettata a quarantena nessuna classe; tale dato testimonia come la gestione del contenimento del contagio sia stata particolarmente efficace rispetto ad altri contesti. Per completezza di informazione e per evitare equivoci con conseguenti commenti inappropriati si sottolinea che, ovviamente, la questione legata alla scuola dell'infanzia è del tutto diversa, poiché in questo segmento non è previsto per i bimbi l'uso delle mascherine;

- la diffusione fatta in qualsiasi modo di notizie non accertate si può configurare come un illecito penale; infatti esiste il reato di procurato allarme (art. 658 codice penale) nel quale, soprattutto in questo periodo, è più facile incorrere per le frequenti affermazioni poco controllate che vengono effettuate. L'autorità potrebbe intervenire anche su quanto espresso tramite social network.

A conclusione di tutto quanto esposto la dirigenza è in grado di garantire la massima sicurezza e il massimo rispetto delle indicazioni sul contenimento del contagio da COVID19 in ogni contesto dell'IC di Fontanellato e Fontevivo e invita chiunque a non cadere in strumentalizzazioni che poco hanno a che fare con la corretta informazione e la convivenza civile.

Il dirigente scolastico reggente Vescovini Giacomo

PER ESSERE PRONTI E PROIETTATI AL FUTURO … il voucher MISE per connessione e pc

Sicuramente ci auguriamo che il nostro anno scolastico si svolga del tutto in presenza; ma l’attenzione verso il digitale deve essere uno degli elementi ineludibili per ogni famiglia, perchè i nostri bambini e ragazzi non potranno sicuramente fare a meno di acquisire competenze in questo campo.

Pertanto, accanto alle varie promozioni che le famiglie possono trovare sul piano dell’acquisizione di connessione e strumenti, facciamo presente questa iniziativa che sta per arrivare a compimento.

Da giovedì 8 ottobre è online la piattaforma di Infratel Italia realizzata in collaborazione con Invitalia per l’accreditamento degli operatori di telecomunicazioni interessati ad offrire ai consumatori il cosiddetto bonus Pc, ufficialmente detto voucher di Fase I.
Infratel Italia, soggetto attuatore della misura su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico, sta svolgendo in queste settimane una serie di incontri con le associazioni rappresentative degli operatori telco così da coordinare un’attività di comunicazione il più possibile efficace, visto che non poca confusione c’è stata in merito al Bonus pc.

Come avere il Bonus pc

All’esito della registrazione e della validazione da parte di Infratel Italia degli operatori interessati, a partire dal 19 ottobre questi potranno caricare sulla piattaforma le proprie offerte associate al bonus Pc così come previsto dal manuale operativo preparato ad hoc.

Non si può ottenere il bonus computer tramite un negozio di elettronicaSi occupa di tutto l’operatore telefonico, a cui è necessario inoltrare specifica domanda (il modulo è allegato sotto):
• fornisce il computer o il tablet (a scelta dell’utente), per le famiglie della prima fascia
• fornisce il router
• eroga all’utente il bonus sotto forma di sconto sul canone o sull’eventuale costo di attivazione

Bonus pc 500 euro, chi può averlo
Dal 19 ottobre dunque i clienti potranno finalmente accedere alle offerte presentate dagli operatori rivolgendosi direttamente a loro per riscattare il voucher di Fase I.

Il Bonus pc per essere richiesto deve però rispettare questi requisiti, pena l’esclusione:
• voucher Internet (connettività ad almeno 30 Mbps): 200 euro per le famiglie con Isee inferiore ai 50 mila euro;
• voucher Pc o Tablet: 300 euro per le famiglie con Isee inferiore ai 20 mila euro.

I requisiti per accedere al Bonus pc
Per ottenere il contributo il richiedente dovrà scegliere l’offerta o il prodotto e autocertificare la propria condizione Isee. È permesso un solo voucher per famiglia e il Ministero controllerà a campione le richieste.
Oltre a rispettare i requisiti Isee, si deve poter dimostrare di non avere connessione internet o averne una base (come l’Adsl) ossia a velocità inferiore di 30 Mbps.
Chi ha già una banda ultra larga a casa non può ottenere il voucher. Non è stato infatti previsto nel testo di avere il voucher per il passaggio da un’offerta banda ultralarga di velocità bassa a una connessione a 100 Mbps.
Una volta attivata la connessione si deve garantire un utilizzo per almeno 12 mesi, ma rimane la possibilità di cambiare operatore spendendo il resto della somma del voucher, senza costi di recesso.

facsimile del modulo

Per i genitori, il personale e tutti gli alunni dell'IC di Fontanellato e Fontevivo.
 
 
"Gentilissimi, dopo l'uscita dell'ultimo DPCM del 13 ottobre e in considerazione dell'aumento del contagio da COVID19, pur rammarcandomi per la decisione che sono tenuto a prendere in qualità di responsabile della sicurezza dei nostri bambini e bambine, ragazze e ragazzi, ma anche del personale, delle persone anziane che accolgono i nipoti mentre i genitori sono al lavoro, di tutti quelli che hanno a che fare con il mondo della scuola, sono a indicare un maggior rigore nell'uso della mascherina a scuola. 
 

Questa nuova disposizione consiste nel mantenimento della mascherina indossata da parte delle alunne e  degli alunni, nonché dei docenti e del personale per tutta la durata della presenza nei locali scolastici.

Saranno i docenti a interrompere questa modalità alcune volte durante la durata delle lezioni, consentendo la respirazione normale con le finestre aperte per cinque/dieci minuti, con gli alunni in posizione statica e debitamente distanziati. Il tutto a discrezione dei docenti, ma con il riferimento di non ripetere più di due tre volte in un'ora questo "allentamento" della regola imposta.

Ovviamente questo non si riferisce ai momenti di ricreazione fatti all'esterno dell'edificio scolastico, pur con tutte le precauzioni del caso, e anche per bimbi della scuola dell'infanzia. 
 
So che questo può apparire un capestro a molte persone, ma il nostro obiettivo comune deve essere quello di tenere la scuola aperta fino alla fine dell'anno scolastico. Le rinunce di oggi possono aiutarci a riottenere le nostre libertà prima di quello che dovremmo aspettare se cedessimo al lassismo e al qualunquismo. 
 
Il mio auspicio è quello di andare tutti nella direzione della sicurezza e della tutela dei più deboli, soprattutto dei nostri anziani he tanto generosamente si sono spesi e si sono sacrificati per noi. 
 
Vi ringrazio per la Vostra comprensione e collaborazione". 
 
Il dirigente scolastico reggente
G. Vescovini
Saluto alla Comunità Scolastica di Fontanellato e Fontevivo da parte del dirigente reggente Giacomo Vescovini

https://youtu.be/Az2OB5IApB4

Precisazioni utilizzo di mascherine a scuola

A chiarimento del precedente comunico si pubblica la seguente precisazione

Precisazioni riguardo l’uso della mascherina a scuola e Orario funzionamento scuole infanzie primaria e secondaria di 1° grado .

Visto l’imminente ripresa delle attività didattiche previste per tutti gli alunni si precisa che l’uso della mascherina dal momento dell’ingresso a scuola fino all’uscita della stessa per gli alunni dai 6 ai 14 anni è previsto per i primi giorni di scuola. Il medico competente Veronica Bartoli e il Covid Manager Dott. Luigi Felisa e il Comitato Covid si sono riuniti il 4 settembre per programmare l’organizzazione dei primi giorni di scuola.

Il medico competente e il Covid Manager hanno suggerito la seguente organizzazione.

Visto che il distanziamento delle rime buccali di 1 m puo’ essere ridotto se un bambino/ ragazzo si sposta leggermente con il capo e il busto, gli insegnanti nei primi giorni di scuola, essendoci l’orario ridotto, educheranno gli alunni alla corretta postura nei banchi e alle nuove modalità da seguire in merito al distanziamento.

La mascherina in questi primo periodo potrà essere abbassata:

  • durante i momenti di aereazione delle aule (consigliati due/tre per ora con un breve intervallo a fine lezione)

-nell’intervallo istituzionale al chiuso (con il rispetto del relativo distanziamento) o all’aperto

  • durante le attività di motoria se all’aperto o in palestra con il corretto distanziamento.

Trascorso questo primo breve periodo educativo e di spiegazioni in merito all’emergenza COVID e alle norme educative, affrontato il discorso dell’emergenza COVID da più punti di vista (medico, relazionale, psicologico…)

-quando gli alunni avranno appreso le corrette modalità di accesso e transito nella scuola

-quando avranno appreso la corretta postura nei banchi e quindi il rispetto del distanziamento di 1 m l’uno dall’altro

-quando avranno recepito questo nuovo modo di comportarsi a scuola,

i docenti , una volta che gli alunni si siederanno al proprio posto, faranno loro abbassare la mascherina (posizione statica) che indosseranno ogni volta che si alzeranno (posizione dinamica) o si sposteranno.

Le mascherine andranno riposte in un sacchetto di plastica fornito dai genitori (portamascherina) e rimesse quando gli alunni transiteranno nei corridoi, nelle scale o si recheranno in bagno. Le mascherine consigliate dagli esperti sono quelle chirurgiche . Il Comitato tecnico scientifico ha ribadito nei giorni scorsi che nulla vieta agli studenti di indossare anche mascherine di comunità purchè i genitori ne garantiscano la pulizia e le disinfettino giornalmente e fino a quando il Ministero non consegnerà alle scuole di tutto il territorio nazionale un quantitativo ingente di mascherine chirurgiche per studenti e personale scolastico.

Gli alunni, al bisogno, si disinfetteranno le mani con il gel sempre presente in classe e gestito dall’insegnante; è stato consigliato dalla Dott. Capece, ad un incontro con il personale educativo, che gli alunni abbiano anche nel proprio  zaino un proprio disinfettante.

SI INVITANO I DOCENTI A FAR STARE IL PIU’ POSSIBILE GLI ALUNNI ALL’APERTO, ORGANIZZANDO, A TURNI SE NECESSARIO, LEZIONI NELLE PERTINENZE DELLE SCUOLE E NELLE AREE VICINIORI ESTERNE, EVITANDO COSì L’USO DELLE MASCHERINA E LIMITANDO L’OBBLIGO DI STARE FERMI. ANCHE GLI INTERVALLI DOVRANNO ESSERE EFFETTUATI ALLA FINE DI OGNI LEZIONE E QUELLO PRINCIPALE  TOTALMENTE           ALL’APERTO:            SOLO  IN        CASO  DI        PIOGGIA        SI            PRENDERA’   IN CONSIDERAZIONE L’INTERVALLO IN CLASSE

Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (Mascherina e orario di funzionamento tutte le scuole .21 (1).pdf)Mascherina e orario di funzionamento tutte le scuole .21 (1).pdfLUCIA ISETTI267 kB
Uso mascherina chirurgia a scuola e materiale didattico – Modalità di accesso dei genitori ai cortili delle scuole e ingresso ritiro alunni

In prossimità della ripresa delle lezioni scolastiche del prossimo 14 settembre 2020, dopo un incontro con il Covid Manager  d’Istituto e il distanziamento dei  banchi nelle aule, 

si dispone

l’obbligo dell’uso della mascherina chirurgica dal momento dell’ingresso a scuola fino all’uscita della stessa, sia per gli  alunni dai 6 ai 14 anni  sia per i docenti e per il personale scolastico.

Gli alunni seduti al banco dovranno indossare la mascherina chirurgica durante tutto il corso delle lezioni e  negli spostamenti ( corridoi , scale,  bagni, ecc.) perché il distanziamento buccale di 1 m puo’ essere ridotto se un bambino/ ragazzo si sposta leggermente con il capo.

   Ogni alunno, dai 6 ai 14 anni, tutte le mattine dovrà portare da casa:

  • La mascherina chirurgica che indossa;
  • Un sacchetto di plastica ( tipo cucki) dove riporla durante l’intervallo in cortile;
  • Una seconda mascherina di riserva posta in un secondo sacchetto di plastica di riserva;
  • Un gel idroalcolico lavamani individuale.

Per nessuna ragione un alunno dovrà venire in contatto con oggetti di altre persone (alunni e docenti), ne consegue che tutti i bambini /ragazzi dovranno avere il proprio materiale didattico che porteranno a casa al termine delle lezioni.

 Per leggere il comunicato completo si veda comunicato genitori n. 6

Avviso per i genitori

Si raccomanda a tutti i genitori di non recarsi nei plessi della scuola o presso la sede di Fontanellato. Tutti gli incontri previsti per l'inizio dell'anno scolastico avverranno online, riceverete comunicazioni direttamente dalla scuola o dai docenti di classe. Per urgenze si prega di contattare la scuola via telefono o via mail. Si riceve solo in casi eccezionali e su appuntamento.

Avviso per i docenti dell'Istituto

Si raccomanda ai docenti dell'istituto di non accedere ai locali della scuola, sia dei plessi che della sede di Fontanellato, fino alla data indicata per il riordino dei plessi. Tutti gli incontri previsti saranno online su piattaforma Meet. Per urgenze si prega di contattare la scuola via telefono o via mail.

Si ricorda che il collegio docenti del giorno 1 settembre delle ore 9.00 si terrà via Meet, arriverà il link dell'incontro via mail e si potrà accedere solo con account di istituto. Chi ne fosse sprovvisto è pregato di contattare la segreteria.

Disposizioni circa l’organizzazione del servizio nell’Istituto Comprensivo di Fontanellato e Fontevivo

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Considerato il perdurare dell’emergenza epidemiologica dichiarata sull’intero territorio nazionale; Visto il DPCM 8 marzo 2020;

Visto il DPCM 11 marzo 2020 e, in particolare, l’art. 1, c. 6;

Visto l’art. 87, cc. 1-3 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18; Visto l’art. 25 del decreto legislativo n. 165/2001;

VIsto il DPCM del 22 marzo 2020 ;

Visto il DPCM del 1 aprile 2020;

Visto il DL. N. 22 dell’8 aprile 2020; Visto il DPCM del 26 aprile 2020; Visto il DPCM dal 18-05-2020

Visto il DPCM del 11-06-2020

 

Art. 1 co1 lett q e r sono sospesi i servizi educativi per l’INFANZIA …..e le attività didattiche in presenza nelle scuole in ogni ordine e grado fino al 14-07-2020……I servizi educativi per l’Infanzia il cui termine naturale è il 30-06- non riprendono in presenza.

 

Tenuto conto della sospensione delle attività didattiche e dell’attivazione della didattica a distanza Tenuto conto della cogente necessità di minimizzare il numero di presenze siche nella sede di lavoro;

Constatato che le sole a vità indifferibili per il personale scolastico ATA sono da rendere in presenza e che la modalità di lavoro ordinaria consiste nel lavoro agile

DISPONE

 che rimanga in vigore l’organizzazione scolastica, sia amministrativa che didattica,attuale dal 14 Giugno 2020 al 14 Luglio 2020 o fino a che non seguiranno ulteriori comunicazioni.

Rimangono per i contatti attive le mail d'Istituto (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 il numero di telefono provvisorio attivo (0521-1627134)dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,00, per richieste che non possono essere soddisfatte via mail e per urgenze.